Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all'impiego
di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie
News
Dal 1 luglio 2016 puoi seguire le attività di Banca Finint e delle sue controllate nel sito www.bancafinint.com
Home » News

12 febbraio 2018

Ecologia, efficienza ed economia - Il progetto TENAX INTERNATIONAL

Negli ultimi anni grazie alla sensibilizzazione introdotta dalla comunità scientifica e dai mass media, ma soprattutto dal Green Public Procurement (GPP - acquisti verdi della Pubblica Amministrazione), l’attenzione verso lo sviluppo sostenibile è aumentata notevolmente.

In particolare il GPP, null'altro che un mezzo per poter scegliere "quei prodotti e servizi che hanno un minore, oppure un ridotto, effetto sulla salute umana e sull'ambiente rispetto ad altri prodotti e servizi utilizzati allo stesso scopo" è diventato uno dei principali strumenti adottati per mettere in atto strategie di sviluppo sostenibile.

Il ricorso allo strumento GPP viene incoraggiato da alcuni anni dall'Unione Europea che ne parla diffusamente sia nel "Libro Verde sulla politica integrata dei prodotti" del 1996, sia nel Sesto Programma d'Azione in campo ambientale e sviluppato nella Politica Integrata di Prodotto (IPP - Integrated Product Policy). È però la direttiva 2004/18/CE del 31 marzo 2004, relativa al “Coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di forniture, di servizi e di lavori” che, a livello normativo, riconosce la possibilità di inserire la variabile ambientale come criterio di valorizzazione dell'offerta.

Di questa situazione si sta avvantaggiando Tenax International, prima azienda al mondo produttrice di spazzanti e lavanti stradali ad alimentazione 100% elettrica.

La filosofia di Tenax International pone infatti la tecnologia ecosostenibile e la tutela dell’ambiente al centro del proprio modello industriale.

Finint & Wolfson Associati, la società di consulenza di direzione del Gruppo Finint, in questi tre anni ha contribuito fattivamente al successo di questa azienda che dalle 30 macchine prodotte nel 2016 sta puntando a produrne 120 nel 2018 triplicando il fatturato.

Tutti i processi in TENAX sono stati ottimizzati o verranno ottimizzati nei prossimi mesi da Finint & Wolfson Associati secondo i principi della Lean Manufacturing e perfezionati da un continuo miglioramento secondo i precetti Kaizen per offrire anche a chi collabora con l’azienda l’esperienza lavorativa migliore possibile.

L’obiettivo finale è quello di creare un connubio di efficienza produttiva/gestionale, attenzione ai costi e sostenibilità ambientale.