Febbraio plus per le esportazioni extra Ue

Febbraio plus per le esportazioni extra Ue

Secondo i dati Istat, Febbraio 2015 presenta un incremento sia nel flusso commerciale delle esportazioni con un 4,5% rispetto a gennaio, sia in quello delle importazioni (+1,1%).

Prestando attenzione alla crescita congiunturale dell’export verso i paesi extra Unione Europea, si nota il traino dei beni strumentali che, grazie alla vendita di mezzi di navigazione marittima, segnano una maggiorazione del 13,7%.

La dinamica in questo ultimo trimestre rimane positiva (+1,5%) ed escludendo l’energia che cala del 17,9%, i restanti raggruppamenti sono investiti dall’onda espansiva, come per le vendite di prodotti intermedi (+3,7%).

Forte crescita tendenziale dell’export (+7,1%) a febbraio 2015, determinata dai beni strumentali (+19,9%), peccano le vendite di energia con -23,9%.


"A febbraio 2015 l'avanzo commerciale è pari a 2.840 milioni di euro (+1.338 milioni a febbraio 2014). Il surplus nell'interscambio di prodotti non energetici è pari a 5,0 miliardi rispetto ai 4,7 miliardi di febbraio 2014." – si legge nella nota ISTAT – "Nel mese di febbraio 2015, i mercati di sbocco più dinamici sono Stati Uniti (+49,3% che si riduce a +24,8% al netto dei mezzi di navigazione marittima) e Turchia (+10,7%), mentre le vendite verso Russia (-28,5%) e paesi MERCOSUR (-17,6%) sono in marcata flessione. Le importazioni da paesi OPEC (-24,7%) e Russia (-23,3%) sono in forte calo".

Torna all'indice | Back to index